jump to navigation

Altolà alla vicentina 19 gennaio 2007

Posted by stojil in politica.
trackback

14 dicembre 2006. I Democratici di Sinistra, in consiglio regionale, votano “sì” al rinvio dell’ordine del giorno in commissione Affari Istituzionali. In sostanza, parere contrario dal distaccamento del comune di Lamon dal Veneto. I DS locali e provinciali si stupiscono, promettono battaglia.

Vicenza, pochi giorni fa. Il governo, nella persona del Presidente del Consiglio, non si oppone all’allargamento della base Usa. Proteste. Autosospensioni dai partiti di centro-sinistra.

Lo scollamento tra interessi locali e regionali o nazionali non è una novità. Negli ultimi tempi, la questione dell’alta velocità in val di Susa è stata paradigmatica. E tornerà alla ribalta, c’è da scommetterci. E con maggiore enfasi ora che al governo c’è una coalizione di centro-sinistra, a cui appartiene, almeno idealmente, buona parte del movimento No Tav, ma anche quella componente dell’alleanza favorevole alla Tav.

L’appartenenza ideologica sembra facilmente soccombere all’appartenenza a un luogo. Ma non sembra che questo possa dirsi dovuto a un maggiore legame al proprio territorio. L’impressione è che questo legame si sia mantenuto costante, nella propria forza, nel corso degli anni. È piuttosto il senso di appartenenza a un’idea – a un’ideologia – ad essere venuto meno. Da un lato è un bene che non ci si pieghi alla logica di partito, che si portino avanti le idee che si ritengono meritorie.

Nel caso della Tav, la protesta è portata avanti da cittadini che temono lo sconvolgimento ambientale e quant’altro. Ma certamente anche da chi teme che l’accelerazione dei trasporti comporti un by-passaggio di quelle aree, con una conseguente perdita economica. Il che è certamente sufficiente a motivare la protesta. Probabilmente anche valido. Ma nell’ottica del sistema, soccombe chiaramente all’interesse nazionale (termine terribile, che comprende di tutto e di più).

Nel caso di Lamon, e degli altri comuni bellunesi in potenziale esodo, colpisce apparentemente l’atteggiamento della provincia, che caldeggia la loro secessione. Mi pare una contraddizione che un’entità veda favorevolmente un distaccamento di un proprio pezzo. Ma è ovvio che se esso avvenisse permetterebbe alla provincia di chiedere con più forza l’autonomia.

E chi chiede di passare al Trentino Alto-Adige ammette candidamente di farlo non perché si senta più trentino che veneto, ma perché lì ci sono più soldi.

Nel caso di Vicenza, la protesta nasce per tutelare un diritto alla tranquillità, a non portare sul territorio una maggiore pressione militare. Ma a essa si affianca la protesta di chi teme che un “no” agli Usa comporterebbe uno smantellamento della caserma Ederle, e una perdita di posti di lavoro.

Lo scontro locale-nazionale non trova riscontro in un senso di appartenenza a un luogo. Esso viene tirato in ballo per giustificare una difesa dei propri interessi. Certamente non immediati ma quelli di una comunità. E comunque interessi.

Sia chiaro. Non siamo qui a far le anime candide. A scandalizzarci. In val di Susa, avrei probabilmente dormito in tenda con i manifestanti. A Lamon forse avrei votato per uscire dalla regione Veneto – non fosse altro per avversione politica. A Vicenza sarei andato a manifestare contro l’allargamento, o perlomeno contro questo allargamento.

Quel che qui si vuol fare è cercare di capire. Non fornire risposte, ma almeno formulare le domande. E dunque. Le battaglie locali sono battaglie a tutela di un territorio? Sono a tutela di un interesse personale? Sono a tutela dell’interesse di una comunità? Sono anche/ancora politiche?

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: